HOME PAGE
 
 CHI E PERCHE'
 
 INTERVENTI
 
 DOCUMENTI
         - noi e l'Europa
         - dall'Italia
         - dalla stampa
         - oltre la musica
            (documenti e articoli
             d'interesse generale)
         - appuntamenti
 
 DIDATTICA
 
 RISORSE
 
 ARCHIVIO
 
 MAPPA
 
ASSOCIAZIONE PER L'ABOLIZIONE DEL SOLFEGGIO PARLATO
L'alta formazione musicale in Italia

INTERVENTI

 

Dove va l'alta formazione musicale?

Conversazioni sullo stato del processo di riforma, l'equipollenza dei titoli, l'ingresso nell'Afam di Accademie private e civiche.

E il punto di vista degli altri: le buone ragioni per entrare, e per non entrare nell'Afam.
 

  

Sulla scena dell'alta formazione, a quasi 13 anni dall'inizio del processo di riforma ancora incompleto, sono comparsi due nuovi attori. Uno Ŕ il ddl 1693 (>scheda) approvato dal Senato nel novembre 2011, e non ancora discusso alla Camera, che prevede (fra l'altro) una serie di equipollenze dei titoli Afam con quelli universitari, e conferisce ai "vecchi" diplomi il valore di titoli di secondo livello. Che ha provocato una serie di dissensi dei quali si trova ampia testimonianza negli interventi che seguono.

Il secondo nuovo "attore" Ŕ l'arrivo - che ad oggi viene dato per imminente - di un gruppo di istituzioni comunali o private nel sistema dell'alta formazione, come giÓ Ŕ avvenuto per Siena Jazz e per l'Istituto Europeo del Design. Questa prospettiva genera un forte discussione, della quale pure si trova traccia negli interventi.

Abbiamo chiesto le loro opinioni ad alcuni protagonisti, compresi alcuni dei "non statali".

marzo/settembre 2012


All'ultimo regolamento
Colloquio con Bruno Carioti, direttore all'Aquila e presidente della Conferenza dei direttori

PurchŔ si competa ad armi pari
Colloquio con Paolo Biordi, direttore a Firenze

Primo, la professione
Colloquio con Donatella Pieri, direttore a Bologna

Nonostante tutto, ci credo ancora
Colloquio con Claudio Proietti, direttore a Genova

Superare i particolarismi, fare rete per un unico "ecosistema musicale"
Colloquio con Andrea Melis, direttore della Civica Scuola di Musica di Milano

Le ragioni per entrare, e quelle per non entrare nell'Afam
Colloquio con Luisa Vinci e Nadia Nigris, direttore e vicedirettore generale
dell'Accademia del Teatro alla Scala

Lo stato dell'opera
Conversazione con Paolo Rotili, direttore a Latina da novembre 2012

I Conservatori, l’Italia, l’Europa: qualche cifra, e qualche proposta
di Paolo Troncon, direttore a Castelfranco Veneto, presidente del Consorzio dei Conservatori del Veneto


Gli interventi del 2013:

Un punto di vista "tedesco"
Colloquio con Francesco Di Lernia, direttore
a Foggia

Quale musicista, quale modello di formazione
Colloquio con Enrico Pisa, direttore a Vicenza

L'ottimismo della ragione
Colloquio con Flora Gagliardi, direttore a Firenze

torna alla home page
torna agli interventi

contatti: team@aasp.it