j

 HOME PAGE
 
 CHI E PERCHE'
 
 INTERVENTI
 
 DOCUMENTI
         - noi e l'Europa
         - dall'Italia
         - dalla stampa
         - oltre la musica
            (documenti e articoli
             d'interesse generale)
         - appuntamenti
 
 DIDATTICA
 
 RISORSE
 
 ARCHIVIO
 
 MAPPA

 

 
ASSOCIAZIONE PER L'ABOLIZIONE DEL SOLFEGGIO PARLATO
L'alta formazione musicale in Italia

INTERVENTI

 

Petizione e disperazione


Il sito change.org Ŕ noto per la sua opera di diffusione e di raccolta firme per le petizioni pi¨ varie, da quelle pi¨ nobili e solenni a quelle pi¨ spicciole. Recentemente Ŕ comparsa su questo sito una petizione singolare, promossa da un docente di Pianoforte del Conservatorio di Novara, Renato Principe. Vi si chiede al ministro dell'Istruzione e dell'UniversitÓ niente di pi¨ e niente di meno che di nominare il CNAM.

L'iniziativa ben rappresenta la paradossale immobilitÓ in cui Ŕ tenuto il settore dell'Afam a dispetto dei proclami, dei Cantieri, delle Chiamate alle arti. La legge prevede obbligatoriamente il parere del Cnam per molte deliberazioni che concernono il settore, alcune delle quali sono vitali per il suo funzionamento. Ma il Cnam Ŕ scaduto dal 2012 e dunque tutti i provvedimenti che ne prevedono il parere sono bloccati.

Il paradosso Ŕ talmente insostenibile che ha prodotto, nella legge 13 luglio 2015 n. 107 (c.d. "La buona Scuola") una contorsione legislativa tipica dello stile italico. In breve: prima la legge istituisce un organismo, poi qualcosa "non va" ma, invece di cambiare la legge, si lascia deperire quell'organismo – e tutto quanto ne discende. FinchŔ un bel giorno, in un angolino di una nuova legge, si dice che "nelle more" della nomina di quell'organismo vacante da anni, le istituzioni possono "bypassare" temporaneamente i pareri di quell'organismo per una serie di deliberazioni.

Questo bel pasticcio produce risultati insufficienti e insoddisfacenti, e su questo tema vedi in questo sito l'opinione del presidente della Conferenza dei direttori dei Conservatori (qui>>, al capoverso "Le norme"). E arricchisce ancor di pi¨ il groviglio delle norme di questo settore, come di ogni altro, e perci˛ per individuare la "veritÓ" normativa su qualsiasi argomento occorre uno specialista di tecnica legislativa.

Ma veniamo a noi. Di fronte a questa disperante situazione di immobilitÓ, il giovane docente ha preso carta e penna, o meglio il suo computer, e ha lanciato una petizione per chiedere, semplicemente, che il ministro avvii la procedura per la nomina del Cnam.

Miracolosamente, nel generale disinteresse dei media per il settore Afam, Il Sole 24 Ore ha dato notizia>> della petizione. La quale, lanciata il 22 luglio 2015, nonostante le vacanze, al 24 settembre aveva superato le 1500 firme fra docenti e direttori. Che non Ŕ poco per un settore piccolo come il nostro.

Che questo possa servire a qualcosa?

(s.l.)


Settembre 2015


>>vai alla petizione
>>torna alla home page
>>torna a "Interventi"

contatti: team@aasp.it